Tecniche di feedback nella leadership a distanza

Tecniche di feedback nella leadership a distanza

Il tema della leadership a distanza si è sviluppato già molto prima della rivoluzione digitale. Negli anni '80, Yvon Chouinard, il leggendario industriale ambientalista fondatore della “Patagonia”, uno dei marchi più famosi dell’abbigliamento sportivo, ha inventato i rapporti 5-15. Nel suo libro Let My People Go Surfing - Including 10 More Years of Business Unusual ( pubblicato da Patagonia) illustra i fondamenti della propria filosofia imprenditoriale sottolineando l’idea di leadership a distanza.

L’idea del rapporto 5-15 è quella di superare lo stereotipo manageriale diffuso che un feedback più esteso e dettagliato costituisce il meglio. Secondo Yvon Chouinard la verità è che nessun collaboratore è contento di costruire un rapporto inutilmente lungo e dettagliato e nessun leader è felice di leggerlo. Il rapporto 5-15 è così semplice perché non deve richiedere più di 5 minuti per essere letto e non più di 15 minuti per essere scritto. Chouinard richiedeva questo rapporto settimanale a due vie ai suoi collaboratori impiegando circa 15 minuti alla settimana a scrivere rapporti per i loro manager sul loro lavoro, idee, sfide e impressioni su come le cose stavano andando in generale nel loro reparto. I manager avrebbero speso cinque minuti per leggere ogni rapporto.

Il rapporto 5-15 ha a due scopi. Mantiene il flusso delle informazioni e permette di ottenere il riconoscimento dei risultati o indicazioni di miglioramento. Questo non viene visto come un lavoro di routine, ma piuttosto come una possibilità di essere ascoltati e stimati per il lavoro svolto. Insomma, questo sistema consente al leader e ai collaboratori di essere coinvolti ed orientati al miglioramento continuo pur lavorando a distanza.

Torna indietro

Dr Mirko Udovich
Autore Dr. Mirko Udovich
Founder e socio amministratore

Attuale Contributo

La leadership sta cambiando radicalmente. La digitalizzazione, in particolare, presenta ai manager nuove sfide e le vecchie strutture gerarchiche sono di ostacolo.

Leggi tutto

Il capo autoritario pensa in modo gerarchico, è poco interessato agli input dei suoi collaboratori e non dà loro alcuna libertà d'azione.

Leggi tutto